Serie TV
Now Reading
Doctor Who, 5 motivi per gioire del nuovo Dottore donna
0

È ufficiale. Il prossimo Dottore della famosissima serie britannica Doctor Who sarà Jodie Whittaker. Una donna. La notizia è stata data nella giornata di domenica 16 luglio, subito dopo la vittoria di Federer a Wimbledon; l’annuncio era atteso da parecchi mesi e la Bbc ha deciso di dargli il risalto che meritava.

La notizia ha dato il via a una lunga serie di commenti da parte dei fan della serie, alcuni esultanti, altri scontenti. Ma a prescindere dagli umori generati si tratta di una notizia rivoluzionaria, infatti mai prima d’ora nella storia dello show – una storia che dura da più di 50 anni – il Signore del Tempo si era rigenerato in una donna.

Noi siamo tra chi ha gioito del cambiamento e di seguito vi elenchiamo 5 ragioni per cui è davvero un bene che il prossimo dottore sia una Lei.

1. Stare al passo con i tempi

È innegabile che il 2017 è stato – e sarà ricordato come ­– l’anno delle grandi produzioni televisive al femminile. Sul piccolo schermo grazie a Big Little Lies, Feud, The Handmaid’s Tale, ma anche Glow, Girlboss e I love Dick, abbiamo visto donne lottare per la loro indipendenza ed emancipazione. È innegabile che la nostra società – forse anche in risposta a presidenti misogini – stia vivendo un rinnovato immaginario femminile, e che questo per fortuna abbia trovato ampio spazio sul piccolo, o piccolissimo schermo, piuttosto che sul grande, salvo rare eccezioni.

Il fatto che la Bbc abbia deciso di inserire proprio in questo contesto un Dottore Donna significa che è stata capace di leggere i segnali del nostro tempo e ha deciso di voler far parte di un certo tipo di corrente. I produttori, gli showrunner, gli attori stessi del Doctor Who hanno deciso di stare al passo con i tempi. Essere tra i fautori del cambiamento.

2. L’importanza del cambiamento

A proposito di cambiamento, l’attrice Jodie Whittaker subito dopo l’annuncio ufficiale ha rilasciato una dichiarazione alla Bbc, e rivolta ai fan, ha detto: “Vorrei dire ai fan e agli spettatori della serie di non essere spaventati dal fatto che io sia una donna. Doctor Who rappresenta tutto ciò che di emozionante può esserci nel cambiamento. Questo è solo un nuovo cambiamento, un cambiamento diverso che, tuttavia, non deve essere spaventoso”. Con più di cinquant’anni di storia alle spalle la serie è stata capace di rigenerarsi lei stessa, cambiare e raccontare – come ha affermato la nuova interprete – quanto sia importante il cambiamento. In più, dato la sempre più ampia concorrenza e il calo degli ascolti che ha colpito la serie negli ultimi anni, per mantenere rilevanza non basta più essere tra le più antiche serie tv sci-fi. Insomma, un dottore donna era quasi necessario.

3. Una ricompensa per tutte le donne della serie

Se vogliamo mettere i puntini sulle i possiamo anche affermare che è giusto che il nuovo Dottore sia una donna anche come ricompensa per tutte le figure femminili che abbiamo visto fin qui. Non che non ci siano stati bei personaggi interpretati da donne, intendiamoci, ma fino a oggi il gentil sesso aveva trovato spazio solo come villain, come aiutante, e/o amante del Dottore.

Molte figure femminili apparse nello show nel corso delle puntate hanno agito solo in risposta alle azioni degli uomini, la loro è stata una reazione più che un’azione. Le stesse cattive molto spesso hanno compiuto azioni spregevoli perché manipolate o usate da personaggi, uomini, più potenti di loro. Per non parlare poi di tutte le donne che sono state dei meri oggetti sessuali, o banali interessi romantici. Era davvero un peccato che uno show per molti versi progressista continuasse a dipingere le donne in quel modo.

4. Selezione naturale dei fan
DOCTOR WHOA volte il genere umano dà davvero il peggio di se stesso. Ce ne siamo accorti anche dopo l’annuncio che il Tredicesimo dottore sarà donna. Su internet i fan sono insorti. C’è chi ha minacciato di non guardare più lo show, chi ha accusato gli sceneggiatori di aver tolto veridicità alla serie (d’altronde uno show che si basa sui viaggi nel tempo e rigenerazioni ha fatto della veridicità la sua bandiera…) e di aver voluto solo seguire una moda.

Su Twitter si possono trovare tantissimi cinguettii sessisti e ignoranti. Nel leggerli viene da sperare che questi fan smettano davvero di seguire la serie. Una selezione naturale che forse era davvero ora ci fosse.

5. Un’importante lezione di storia

Tra le domande che ci siamo fatti, dopo l’annuncio, la più importante è: Ma come farà? Come farà una donna a viaggiare nel tempo senza essere discriminata? Ad aver a che fare con i reali del passato senza essere messa in prigione per oltraggio? Tutte queste domande sono tra i motivi principali per cui è importante che una donna sia il nuovo Dottore. Avere finalmente una donna che viaggia nel tempo fa assumere allo show un importante significato inedito.

La serie diventa in qualche modo un’importante lezione di storia.  Ricorderà come da sempre le donne abbiano dovuto lavorare e faticare più del doppio per ottenere lo stesso risultato dei colleghi maschi. Ma non solo, c’è tutta una nuova generazione di piccoli spettatori che crescerà sapendo che anche le donne possono cambiare il mondo.

The post Doctor Who, 5 motivi per gioire del nuovo Dottore donna appeared first on Wired.

Pubblicato in: NEWS

Dopo aver letto questa notizia mi sento:
Felice
0%
Euforico
0%
Divertito
0%
Sorpreso
0%
D'accordo
0%
Triste
0%
Deluso
0%
About The Author
Press